Il caratteristico odore di terra del suolo è dovuto a dei batteri?

Proprio così! Infatti, il caratteristico odore di terra del suolo è dovuto alla produzione da parte di un genere di batteri (Streptomyces), detti anche Streptomiceti, di una serie di metaboliti chiamati geosmine. Queste sostanze sono composti ciclici insaturi contenenti carbonio, ossigeno e idrogeno, e sono prodotte anche da alcuni Cianobatteri.

Elevate quantità di Streptomiceti si trovano in suoli ben drenati, come argille sabbiose e suoli che ricoprono strati calcarei. Probabilmente, la più straordinaria proprietà degli Streptomiceti è però la loro capacità di produrre una vasta gamma di antibiotici. Circa il 50% di tutti i ceppi isolati si sono rivelati essere produttori di antibiotici, e a questo si deve infatti la loro grande importanza economica e clinica. E’ stato dimostrato che gli Streptomiceti producono più di 500 sostanze antibiotiche, e si sospetta che ne esista un numero molto maggiore. Alcune specie producono più di un antibiotico, e sebbene un organismo sia resistente agli antibiotici che esso stesso produce, di solito rimane sensibile a quelli prodotti da altre specie.

Più di 60 antibiotici prodotti da Streptomiceti hanno trovato applicazione in medicina, veterinaria, in agricoltura e nell’industria. La ricerca di nuovi antibiotici infatti continua poiché molte malattie infettive non sono ancora adeguatamente curate con gli antibiotici prodotti attualmente. Inoltre, la diffusione di ceppi batterici resistenti agli antibiotici richiede la continua scoperta di nuove molecole.

Nonostante il fatto che gli antibiotici derivati dagli Streptomiceti costituiscano un giro d’affari di miliardi di dollari, l’ecologia degli Streptomyces è poco conosciuta. Un’ipotesi del perché questi organismi producano antibiotici è da ricondursi all’inibizione della crescita di altri organismi che competono con le cellule di Streptomyces in via di differenziamento per i nutrienti limitanti. Questo consentirebbe a Streptomyces di portare a termine il processo di sporulazione (un tipo di riproduzione batterica) necessario alla propria sopravvivenza.

Antonio Giacoletti.