Gli scherzi dell’evoluzione: il pesce che cammina!

Habitat di Alticus saliensSembra una notizia inventata apposta per stupire invece riporta semplicemente la verità dei fatti: in Micronesia esiste un pesce appartenente alla specie Alticus saliens capace di vivere per brevi periodi sulla terraferma. In queste zone caratterizzate da coste rocciose infatti quando sopraggiunge la bassa marea questo particolare organismo marino lascia per alcune ore le acque salate del suo habitat, per raggiungere la vicina spiaggia respirando attraverso la  propria pelle “traspirante”. Sono i movimenti rotatori della coda e la forma modificata delle pinne anteriori e ventrali che gli permettono di sopravvivere fuori dall’acqua cercando il nutrimento e qualche occasione riproduttiva. E’ fondamentale però che il pesce si bagni per mantenere costante l’umidità del suo rivestimento esterno, per questo motivo esso non si allontana mai molto dall’ambiente acquatico, la distanza massima raggiunta è di circa due metri ed è sempre alla ricerca di piccoli specchi d’acqua.

Pesce con le mani

La sua distribuzione geografica spazia dal Giappone alla Papua Nuova Guinea passando per l’Indonesia, la Malesia e la Tailandia. Questa specie è principalmente erbivora e si pensa possa riuscire a colonizzare con successo ecosistemi fortemente disturbati come quelli di natura rocciosa che sono in trasformazione per la genesi di nuovi tratti di costa. “Il pesce con le mani” come viene talvolta definito usando un immagine che rende bene l’idea del suo aspetto è stato studiato nel 2006 dai ricercatori Okada Yuji et al. in merito al suo comportamento riproduttivo in condizioni di cattività. In situazioni del genere infatti la femmina di questa specie è in grado di produrre uova in continuazione per un periodo di tempo prolungato e con un numero decisamente minore di pause tra una deposizione e l’altra. Questo ovviamente può essere spiegato attraverso la necessità di successo riproduttivo anche in condizioni di vita sfavorevoli. Inoltre fino alla schiusa delle stesse uova i maschi solitari le controllano e le proteggono da eventuali predatori. Un’altra meravigliosa forma vivente che l’uomo rischia di perdere se non cambia mentalità iniziando a rispettare maggiormente la bellezza di tutti gli ecosistemi naturali esistenti sulla Terra. Anche la specie Alticus saliens in effetti è una di quelle a rischio di estinzione ed inserita dall’IUNC, l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura nella cosiddetta “lista rossa”.

Chiara Scamardella

Fonti articolo:

www.centrometeoitaliano.it/…/il-pesce-che-cammina-sulla-terraferma-in-

www.iucnredlist.org/details/48321187/0